Semalt: Content Scrapers. Come scoprire chi ruba i tuoi contenuti

Se sei un blogger o uno scrittore di contenuti, è probabile che tu sappia tutto sui programmi di analisi dei contenuti. Tieni presente che gli scraper di contenuti possono copiare o rubare i tuoi contenuti web per i loro blog privati senza alcuna autorizzazione. Alcuni raschiatori di contenuti copiano e incollano continuamente i post del tuo blog, mentre altri utilizzano programmi automatici per prelevare contenuti dai feed RSS e pubblicarli sui propri siti Web. Qui descriveremo come scoprire chi sta rubando i tuoi contenuti web e quali misure dovresti prendere contro di loro.

Come scoprire che il tuo sito è stato cancellato:

A meno che non cerchi il titolo del tuo post in Yahoo, Bing o Google, non puoi rintracciare i siti web che rubano i tuoi contenuti su base regolare. Se siete alla ricerca di conoscere quelle di spam mers o hacker, si può provare uno dei seguenti modi.

1. Copyscape:

È il modo più semplice e più semplice per scoprire chi sta rubando i tuoi contenuti su Internet. Questo programma ti consente di inserire gli URL dei tuoi contenuti web e di trovarne copie sul World Wide Web. Puoi utilizzare la sua versione gratuita con opzioni limitate o la versione premium che ti consente di controllare quasi 10.000 pagine web per pochi dollari.

2. Trackback:

Puoi anche provare i trackback del tuo sito WordPress per identificare e reprimere i siti che rubano i tuoi contenuti quasi ogni giorno. Se usi Akismet, molti dei trackback verranno mostrati nella tua cartella spam. La chiave per identificare e ottenere il trackback è includere i collegamenti del tuo post con ottimi testi di ancoraggio. I collegamenti interni ed esterni sono importanti per l'ottimizzazione del tuo sito.

3. Strumenti per i Webmaster:

Un altro modo per trovare raschiatori di contenuti è utilizzare Strumenti per i Webmaster. Vai al Web> Link del tuo account Google Analytics e fai clic sulla colonna Pagine collegate. Qualsiasi sito Web che ha collegato i tuoi post verrà visualizzato in quest'area. Per trovare i tuoi collegamenti su questo sito, devi solo fare clic sul dominio e trovare i dettagli di quali articoli del tuo sito web sono stati rubati finora. Qui potrai vedere con quanta brillantezza copiano e incollano i titoli e i contenuti dei tuoi post su base giornaliera.

4. Avvisi di Google:

Se non stai postando regolarmente e stai cercando di tenere il passo con qualsiasi menzione dei tuoi post sul blog o articoli su altri siti, devi creare avvisi di Google utilizzando la corrispondenza accurata dei titoli dei tuoi articoli inserendoli tra virgolette.

Ottieni credito per la posta raschiata:

Se hai creato un sito WordPress, dovresti provare un plug-in piè di pagina RSS. Consente agli utenti di posizionare i pezzi personalizzati del testo nella parte inferiore o superiore del contenuto del feed RSS. E se non possiedi un sito WordPress, dovresti semplicemente includere la breve descrizione o nota nella parte inferiore o superiore del tuo contenuto che è costituito da informazioni simili e dovrebbe essere referenziato correttamente.

Come fermare lo scraping dei contenuti?

Se non vuoi che nessuno rubi o copi i tuoi contenuti web, devi prendere alcune misure. Prima di tutto, dovresti contattare l'amministratore del sito e chiedergli di rimuovere le pagine in cui il tuo contenuto web viene copiato. Puoi convincerlo / a a rimuovere immediatamente quegli articoli.

Se non è possibile contattare un amministratore, è necessario eseguire Whois Lookup per scoprire chi possiede questo sito Web o nome di dominio. Se non fosse stato registrato privatamente, sarebbe facile trovare l'indirizzo e-mail dell'amministratore. In alternativa, puoi contattare GoDaddy o HostGator e portare alla loro attenzione che il sito Web o il nome di dominio in questione ruba continuamente i tuoi contenuti web e dovrebbero essere rimossi o sospesi all'istante.

Ultimo ma non meno importante, puoi visitare il DMCA. È necessario utilizzare il servizio di rimozione per rimuovere immagini, video, post di blog e contenuti protetti da copyright. Esistono alcuni plugin di WordPress che incorporano i badge protetti DMCA e puoi installarli sul tuo sito Web per avvisare i potenziali hacker e ladri.